Pubblicato da Valentina il maggio 6, 2018

Cosa vedere ad Amsterdam

 

“Amsterdam è la città dei canali, la città delle biciclette, la città di Van Gogh…”

 

 

Finalmente sono stata ad Amsterdam!

Era da tempo che desideravo andarci e sono riuscita a visitarla nel weekend della festa del Re!
Ecco qui il mio diario di viaggio per visitare la città!
E’ conosciuta come la Venezia del nord per i suoi canali: l’atmosfera infatti è unica… canali illuminati, ponti pieni di biciclette, case strette e lunghe dalle facciate con strane forme una vicina all’altra.
Le case sono uno degli aspetti che mi sono piaciuti di più: l’architettura si è sbizzarrita, i tetti soprattutto sono diversi e creano una linea continua fantasiosa! Ma non solo, hanno le facciate che pendono in avanti, altre sono visibilmente storte, questo sia per caricare oggetti e arredamento dalla carrucola che sporge dal tetto di ogni edificio sia perchè la città è sull’acqua!

E’ Jordaan il quartiere che mi è piaciuto di più: edifici antichi, casette che si affacciano sui canali, altre nelle vie interne che mi hanno fatto venire in mente gli antichi villaggi visti sui libri di storia dei secoli scorsi. Trovandoti a camminare qui non puoi fare a meno di notare di come le case non abbiano le tende: vedi in casa della gente! Chi in cucina, chi in salotto, chi al computer o le cene tra amici… mi ha stupito!
Passeggiando per queste strade e attraversando i ponti si arriva in pieno centro, ovvero nel famoso quartiere a luci rosse di Amsterdam. Vere vetrine che si alternano a quelle dei Coffee Shop: sono presenti in tutta la città, ma in questa zona molto di più.

Amsterdam XXX

 

In tutta la città soprattutto dentro i locali, si vedono incise XXX, stampate o come oggetti da arredamento, sono il simbolo della città! Le tre X rappresentano le tre catastrofi subite: l’incendio del Municipio, un alluvione e la peste nel XVII secolo.
Amsterdam mi è piaciuta perchè è una città a misura d’uomo, si passeggia a piedi visitando tutto.
Spostandosi verso sud percorrendo Spiegelstr si arriva nella zona dei musei: Rembrant, Van Gogh, ma anche Bansky, si trovano in questi musei. Consiglio di comprare i biglietti in modo da saltare le lunghe file!
Spostarsi a piedi è il modo che preferisco perchè credo che si riesca a cogliere al meglio la città: si vedono così le case della gente, i negozi di tutti i giorni, ma anche ricercati come quelli vintage, si scoprono gallerie d’arte indipendenti, fiorai e locali accoglienti per un buon thé caldo.

Si trovano anche piccoli chioschi che friggono le famose patatine fritte olandesi: lunghe, croccanti e colme di salse a piacere… la meraviglia! Ed è il piatto nazionale, per noi italiani è decisamente strano, ma sono davvero buone!!
Non solo patatine, l’Olanda è la terra dei tulipani e ad Amsterdam c’è il più famoso mercato galleggiante di fiori! Ne vedrete di tutti i colori: i tulipani classici gialli e arancioni, per poi vederli anche neri, blu e viola. Qui si possono comprare i bulbi, un souvenir originale!
 

Windmill: dove c’è il vento

 

Andando ad Amsterdam è d’obbligo dedicare un pomeriggio per visitare i famosi mulini a vento. Si trovano a Zaanse-Schans, a un quarto d’ora di treno. Uscendo dalla stazione si cammina per poco più di 1 km, è tutto indicato, ci si trova in un paesaggio surreale: casette in legno immense nella campagna, con il loro ponticello… è una strada bellissima da percorrere in bicicletta!
Qui si trovano i mulini: sono tutti in fila con pale altissime. Alcuni sono visitabili: io ho visto “De Kat” (ingresso 4,50 Euro), il mulino che macina i pigmenti, crea colori. All’interno si vede la grande macina in pietra, nonostante il piccolo ambiente, e attenzione alla scala! Dire ripide è forse poco per le scale che ho salito ad Amsterdam!

A circa due ore di volo dall’Italia, Amsterdam è sicuramente una città da vedere per i suoi canali, per le sue patatine fritte e per l’apertura, la tolleranza della gente.
Vaarwel Amsterdam!
                                                       ….Arrivederci Amsterdam!
________________________________________
COSTO: Biglietto aereo andata e ritorno circa 200 euro.
DOVE MANGIARE:
Winkel 43 per una Apple Pie fantastica: a tutte le ore del giorno troverete torta calda con panna.
Droogs: spazio espositivo di design con cucina al piano superiore.
Zurich Cafè: per una colazione che vi lascerà sazi.
Mannekenpis: le patatine n°1 Olandesi le trovate su Damrak, la via principale che porta alla stazione.
Stockbirds: per un buon thè caldo dopo aver camminato tanto.
Restaurant Kinnaree: cucina thailandese nel cuore di Amsterdam.
Bar Spek: per una buona cena fuori dal centro.
______________________________________

Iscriviti alla Newsletter del mio Blog!

Scrivi qui la tua email!

#amsterdam#blog#consigli di viaggio#diario di viaggio#itinerario#jordaan#mulini a vento#olanda#organizzare un viaggio#paesi bassi#travel#valenopasanada#viaggi#viaggiare#viaggio fai da te#weekend#zaanse shans

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.