Pubblicato da Valentina il novembre 6, 2017

Una chicca tutta italiana: Verona e le sue colline

“Dicono che Verona è romantica, è pittoresca; e perciò anche dialettale; è una grande città, è capitale e provinciale ad un tempo”.

Cit. Guido Piovene

 

 

Verona è una città in cui non mi stanco mai di passeggiare: piccola, colorata, storica, elegante… una vera chicca in Veneto. Sono stata molte volte a Verona che sia stato per uno spettacolo all’Arena, una passeggiata, qualche festa, incontrare amici, fare rafting sul fiume Adige o anche solo per bere un buono spritz! Ecco qui alcune dritte, e un breve itinerario, per passare un bel fine settimana in una delle più belle città italiane!

La storia di Verona è piuttosto celebre con la famiglia degli Scaligeri e arricchita dalla storia d’amore di Romeo e Giulietta, la più famosa.

Partendo dalla centralissima Piazza Bra si segue tutta Via G.Mazzini: non tanto le boutique di alta moda, quanto quel che si vedrà alla fine. Se si prosegue verso sinistra dopo pochi metri si arriva alla casa con il balcone più famoso che ci sia, è quello di Giulietta, e c’è anche la sua statua. Si dice che toccare il suo seno porti fortuna, chissà, tentar non nuoce no?!

 

E’ il luogo degli innamorati per eccellenza, è pieno di scritte, con nomi e date, e anche se il muto è pieno non importa lì si può scrivere del proprio amore.

Non che io ne sia attratta, ma è davvero sbalorditivo vederlo questo muro: date, nomi, cuori, promesse, come se sul muro diventassero ancora più forti.

Invece, se dalla fine di Via G.Mazzini si va a destra si entra in Piazza delle erbe: il mio posto preferito in città.  Sulla piazza si affacciano delle case con facciate meravigliose rese ancor più belle dai balconi pieni di fiori.

Ci sono tanti ristoranti tra cui il mio locale preferito per l’aperitivo: è il Casa Mazzanti in fondo a destra nella piazza. Qui è sempre d’obbligo una sosta per uno spritz, ma perchè no anche un Hugo! Ed è qui che vengono organizzate molte manifestazioni: dal mercato giornaliero agli eventi per bambini, alle feste fino a tarda notte. E’ davvero una delle piazze che mi piace di più, mi pare di respirare un’atmosfera tutta italiana fatta di cibo, risate e piazze piene.

Per l’Arena invece non servono presentazioni se non che tutti gli eventi che vengono messi in scena hanno quel qualcosa in più che non trovi altrove: d’altronde ci permette di andare ad ascoltare musica nel I secolo d.C., come non restarne incantati!

          

_____________________________________________________________________________________________________

ISCRIVITI ALLA NEWS LETTER DEL MIO BLOG!

_____________________________________________________________________________________________________

Non solo città!

Ma Verona ha anche la sua intera provincia ricca di posti curiosi e molto interessanti da visitare: dalle terme alle famose colline piene di vigne… Uno tra questi borghi è Soave: il grande castello Scaligero domina il panorama fatto di vigneti che si perdono a vista d’occhio. Uno scenario rilassante e un bel pomeriggio trasmesso lì è fatto di passeggiate e ottimo vino.

      

 

…E ancora…

Partendo da Soave si può proseguire, in direzione Trento, verso la prima montagna, per visitare il Santuario Madonna della Corona, il santuario costruito nella roccia! Indipendentemente dall’aspetto religioso questo santuario vi lascerà a bocca aperta perchè è letteralmente incastrato nella roccia: sembra proprio appoggiato in bilico tra la parete roccioso da un lato e il precipizio dall’altro.

Dopo aver lasciato l’auto nei parcheggi indicati si può prendere un bus-navetta o proseguire a piedi. Ho camminato a piedi per circa 15 minuti, tutti in discesa, e si arriva facilmente davanti al santuario. Colpisce moltissimo la grandezza della roccia, ci si sente in bilico in quella piccola costruzione, tuttavia non è lì la vista migliore.

Per godere di una buona visita, quindi del santuario costruito in bilico sulla parete rocciosa, bisogna tornare al punto di partenza e alle spalle del ristorante “Serena” inizia un sentiero. Ci sono poche indicazioni, ma è il sentiero del Monte Cimo (Prealpi Trentine) e poco dopo arriva il bello. Da uno spiazzo vedrete dall’alto il santuario, si vede benissimo la piccola costruzione tra la roccia maestosa e il precipizio.

Se da questo lato della provincia veronese c’è molta natura da ammirare, dall’altro lato della provincia troviamo inoltre la produzione di un fino famoso in tutto il mondo, le vigne della Valpolicella.

Tutte mete ideali per essere visitate in un weekend: andando a Verona, e passeggiando per le sue colline, troverete certamente paesaggi incantevoli, raffinatezza e buon vino!

 

 

 

 

 

___________________________________

COME ARRIVARE: Autostrada del Brennero A22 uscita Verona Sud. Per visitare il Santuario Madonna della Corona invece dall’Autostrada del Brenerro A22 uscita Affi, po proseguire in direzione Spaizzi.

COSTO: per una notte in città circa 60-80 euro.  La visita al Santuario è gratuita.

___________________________________

Iscriviti alla Newsletter del mio Blog!

Scrivi qui la tua email!

#arena#blog#diario di viaggio#Guida di viaggio#italia#itinerario#organizzare un viaggio#piazza delle erbe#prealpi#santuario madonna della corona#soave#spritz#storiediviaggio#travel#travelblogger#valenopasanada#veneto#verona#viaggi#viaggiare#vino#weekend

Commenti

  1. Katia / Il Miraggio Blog di Viaggi e Arte
    novembre 6, 2017 - 6:58 pm

    Che nostalgia di questa città: da piccola venivo sempre a far shopping e da grande ci ho fatto l’università. Appena posso, un salto lo faccio sempre: ha tanto da offrire! E come hai scritto tu, è la giusta città che mescola la grande città con la parte provinciale. Un giusto mix!

    • Valentina
      novembre 6, 2017 - 7:15 pm

      Esatto, è proprio questo!! Mi fa piacere che condividi la mia idea, Verona è davvero una chicca! 🙂

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.