Pubblicato da Valentina il ottobre 9, 2017

Viaggiare leggendo!

“Leggere un libro non è uscire dal mondo,

ma entrare nel mondo attraverso un altro ingresso”

Cit. F.Caramagna

 

Ho sempre amato leggere: mi ha sempre permesso di chiudere la mente buttandomi a capofitto nella storia. In questo modo a volte mi sono passati pomeriggi o serate intere! Anche quando studiavo all’università dove i libri erano “imposti”, tanti e voluminosi, mi sono sempre ritagliata del tempo per le mie letture.

Ho sempre amato i romanzi storici e i libri che riportano storie vere. Unica eccezione la fa la Saga di Harry Potter, letta tutta d’un fiato!

E’ però da un paio di anni che cerco libri le cui storie siano legate ai viaggi: racconti o diari di viaggio e storie ambientate dall’altra parte del mondo, per sognare un pò.

____________________________________________________________________________________________________

ISCRIVITI ALLA NEWS LETTER DEL MIO BLOG!

____________________________________________________________________________________________________

Di seguito vi elenco i miei libri preferiti in materia di viaggi:

  • Un altro giro di giostra di T.Terzani;
  • Un indovino mi disse di T.Terzani;
  • Elefanti in giardino di K.Gallmann;
  • Mangia prega ama di E.Gilbert;
  • Leggere Lolita a Teheran di Nafisi;
  • Autostop con Buddha di W.Fergurson;
  • Siamo liberi di E.Sacco;
  • Farfalle sul Mekong di C.Ruggeri;
  • Un viaggio chiamato vita di B.Yoshimoto.

 

 

Ho tenuto il mio libro preferito per ultimo: è “Shantaram” di Gregory David Roberts. Non è un diario di viaggio vero e proprio, se non la storia di vita del protagonista che lo vede coinvolto in varie situazioni, non tutte piacevoli, dall’Australia all’India arrivando fino in Afganistan. Ed è una storia vera. E’ un’acuta riflessione sugli affetti, i cambiamenti, gli errori e le paure. Sono 1174 pagine di storia personale fatta di carcere, fughe, traffici e la volontà di ripartire da zero altrove. Mi ha colpita moltissimo come libro ed è diventato di colpo il mio preferito. Ha anche un seguito intitolato “L’ombra della montagna“, a mio parere meno coinvolgente, ma era doveroso mettere un punto alla storia. Alla fine di uno dei primi capitoli si apre questa riflessione:

 

“…Esiste una verità più profonda dell’esperienza ma che sta al di là di ciò che vediamo, persino di ciò che sentiamo. E’ una categoria che separa ciò che è profondo da ciò che è soltanto razionale: la realtà della percezione. Di solito questa categoria di verità ci fa sentire inermi, e capita che il prezzo da pagare per conoscerla, come il prezzo da pagare per conoscere l’amore, sia più alto di ciò che i nostri cuori siano in grado di tollerare. Non sempre la verità ci aiuta ad amare il mondo, ma senza dubbio ci impedisce di odiarlo. L’unico modo di conoscerla è condividerla cuore a cuore.”

da Shantaram di G.D.Roberts

 

Da qui mi sono buttata e ho letto le altre 1000 pagine.

Così prima di un viaggio cerco sempre un testo di un autore locale o storie ambientate in quella parte di mondo.

Cosa ne pensate di questi titoli? Consigliatemi i vostri libri-di-viaggio!

 

Iscriviti alla Newsletter del mio Blog!

Scrivi qui la tua email!

#consigli#diario di viaggio#letteratura di viaggio#letture#libri#libro#storie di viaggio#travel#travelblogger#valenopasanada#viaggi#viaggiare

Commenti

  1. Tommaso
    ottobre 19, 2017 - 2:37 pm

    Non solo sei bella, ma leggi anche tanti libri… uao!
    Conosco anche io Shantaram, non è il mio preferito ma è davvero bello come dici… Il mio preferito è Nelle terre estreme. Ciao!

  2. Valentina
    ottobre 19, 2017 - 3:06 pm

    Grazie!
    La storia del tuo libro la conosco grazie al film, ma probabilmente leggerò anche la storia originale!
    Ciao!
    Valentina

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.